Raccolta differenziata?Facciamola meglio!

Domande frequenti

Cenere dei pellets: cosa farne?

La cenere del pellet (stiamo parlando di quello non trattato) va riposta nei sacchetti biodegradabili dell’organico o nella compostiera domestica.

I sacchetti biodegradabili dovranno essere conferiti nei contenitori marroni posizionati sul territorio.

Come si smaltiscono i pannolini bambini e i pannoloni anziani?

Per chi si trova nella necessità di dover smaltire pannolini bimbi e pannolini anziani è prevista una dotazione extra di sacchetti arancioni. La si può ottenere contattando il proprio Comune, che fornirà il quantitativo adatto.

Come ci si comporta con la cenere?

La cenere (residuo di caminetti e stufe) è classificata come rifiuto urbano, ammesso quindi allo smaltimento come rifiuto indifferenziato. La stessa può, peraltro, essere utilizzata per il compostaggio domestico nelle proporzioni che indica l’ARPA nel suo manuale di produzione sul compost domestico. E’ chiaro che le ceneri non devono essere il residuo di una combustione di rifiuti legnosi trattati, perché in tal caso, oltre alla violazione di una legge, le ceneri sono classificate rifiuti speciali e conferibili in discarica solo previa caratterizzazione.

Come ci si comporta con le deiezioni canine?

In via generale tali rifiuti sono da avviare allo smaltimento nell’indifferenziato. Non sono compostabili.

Per questa tipologia di rifiuti è necessario valutare quanti animali sono presenti. A volte, anche in civili abitazioni, sono ospitati più di un cane. E’ necessario sapere che, al di sopra di un certo numero di animali (da verificare sul regolamento di igiene e sanità pubblica del Comune), la struttura che li detiene (ancorché civile abitazione) si può configurare come allevamento, assoggettato quindi a tutte le regole e autorizzazioni veterinarie e i relativi rifiuti diventano speciali, seppur assimilabili agli urbani. In tale caso il rifiuto può essere conferito al sevizio pubblico (sempre indifferenziato) previa sottoscrizione con il SubATO della convenzione per il ritiro di rifiuti assimilabili.

Come ci si comporta con i rifiuti provenienti dalle lettiere degli animali domestici?

Le lettiere degli animali domestici producono rifiuti da avviare allo smaltimento nell’indifferenziato. Non sono compostabili.

Le compostiere sono gratuite? Dove si richiedono?

Sì, le compostiere sono concesse in uso gratuito. Per ottenerle è necessario compilare il modulo di richiesta che si trova a questo indirizzo: http://www.cm-montemilius.vda.it/cme/index.cfm/servizio-raccolta-e-smaltimento-rifiuti.html

 

Nelle zone di raccolta prive del contenitore marrone (organico) i rifiuti alimentari e di cucina possono essere conferiti nelle campane grigie?

I rifiuti organici devono essere inseriti in sacchetti compostabili certificati UNI EN 13432-2002 e conferiti nei contenitori marroni, attualmente presso le isole ecologiche ed entro il 31 dicembre 2017 in tre punti individuati sul territorio comunale.

A Nus le postazioni saranno a Rovarey, al bivio di Arlian ed in Via Marignier.

Si ricorda che è sempre attiva la distribuzione gratuita delle compostiere per chi vuole avviare tale pratica che, fra l’altro, prevede uno sgravio fiscale della tassa rifiuti.

Dove vanno conferiti i sacchetti arancioni quando sono pieni?

I sacchetti arancioni distribuiti vanno conferiti nei contenitori del rifiuto indifferenziato in quanto destinati esclusivamente a tale tipologia.

Perché i sacchetti sono assegnati in modo contingentato, sono arancioni e trasparenti?

I sacchetti arancioni vengono forniti ad ogni utente in numero contingentato, proporzionale alla numerosità dei componenti del nucleo famigliare. Il volume complessivo di rifiuto non riciclabile assegnato ad ogni famiglia è calcolato sulla base di un obiettivo di raccolta differenziata pari al 70%.

I cittadini sono tenuti ad utilizzare questi sacchetti, in via esclusiva, per il conferimento del rifiuto non riciclabile. In questo modo gli utenti effettueranno una corretta differenziazione dei rifiuti per evitare di superare il volume disponibile di rifiuto, non riciclabile, loro assegnato, corrispondente alla fornitura di sacchetti.

Il colore arancione permette la riconoscibilità immediata, in casa e da parte degli operatori, e rende evidente il corretto conferimento.

La trasparenza è invece utile agli operatori che possono avere, all’istante, un primo controllo rapido del contenuto.

Questo sistema, che valorizza il senso civico degli utenti, consente il maggior risparmio per tutta la comunità ed è molto più economico di quello che impiega sacchetti microchippati o con codice a barre che, se da un lato offrono un ulteriore maggior controllo, costano molto di più a ogni utente.

 

Che cosa cambia rispetto a prima?

Il rifiuto residuale indifferenziato, dal 1° gennaio 2018 dovrà essere conferito esclusivamente utilizzando i sacchetti arancioni distribuiti. Tutto il resto rimane invariato.

Ho ricevuto solo 10 sacchetti invece il mio vicino ne ha ricevuti 40 come mai? Si sono sbagliati?

No. Il quantitativo di sacchetti arancioni distribuito è diverso da famiglia a famiglia e calibrato in funzione alla dimensione del nucleo familiare medesimo.

La frazione organica devo conferirla all’ interno del sacco arancione?

Il rifiuto organico deve essere conferito utilizzando sacchi compostabili (certificati a norma UNI EN 13432-2002). Per le utenze domestiche attualmente si possono utilizzare i cassonetti posizionati nei centri comunali. Entro il mese di dicembre 2017 verranno dislocati sul territorio altre tre postazioni in ogni Comune.

 

Se non sono a casa dove vengono consegnati i sacchetti?

La consegna a domicilio  avviene anche nella cassetta della posta o presso un vicino disponibile al ritiro. Se un utente non li riceve durante il periodo di consegna, deve recarsi presso il Municipio.

Verrà attivato il servizio anche in Loc. Pila nel comune di Gressan per le prime e seconde case?

Sì, anche in Loc. Pila verranno distribuiti i sacchetti arancioni, da usare dal primo gennaio in poi.

A cosa servono i sacchetti distribuiti?

Per conferire i rifiuti residuali indifferenziati.

Chi non ha una compostiera dove potrà recapitare i rifiuti organici? Verranno aggiunti dei cassonetti ad hoc?

Chi non effettua il compostaggio può già conferire i rifiuti organici presso i centri comunali di conferimento oppure presso tre postazioni a Comune che saranno attivate entro il mese di dicembre 2017. Ad esempio, per Saint-Marcel, i punti di raccolta previsti sono Piazzale Lillaz, Municipio, località Grange-Surpian.

Si potranno usare sacchetti diversi da quelli arancioni?

Non si potranno usare sacchi diversi per il conferimento del rifiuto residuale indifferenziato.

I sacchetti, una volta che saranno terminati, bisogna richiederli presso il comune di residenza?

Terminati i sacchetti ricevuti, sarà necessario recarsi presso il Municipio, sede dell’unità immobiliare posseduta, per ottenere quantità aggiuntive.

Bisogna utilizzare i sacchetti arancioni solo dopo il 1° gennaio 2018?

Esatto, non prima di tale data.

Non ho ancora ricevuto i sacchetti. Cosa devo fare?

La distribuzione è iniziata ai primi di novembre e si concluderà il 31 dicembre. Se per quella data non avrai ricevuto a casa la tua dotazione, puoi telefonare al Numero Verde: ti diremo come fare.

Cosa devo mettere nei sacchi arancioni?

Nel dépliant che ti sarà consegnato troverai tutte le informazioni utili per effettuare una corretta raccolta differenziata. Nel sacco arancione devi mettere i rifiuti residuali indifferenziati ovvero qualunque tipologia di rifiuto domestico non collocabile nelle specifiche raccolte differenziate, come: assorbenti; pannolini; stracci sporchi; spugne usate; carta unta; scontrini fiscali; cd e dvd; oggetti in gomma; tovaglioli e fazzoletti usati di carta.